I vantaggi delle pareti divisorie in vetro: isolamento e luminosità

09.10.2017

Scritto da Enrico Gianni

Perché scegliere pareti in vetro per l’ufficio o la casa

Le pareti in vetro si prestano con efficacia ad essere impiegate in numerosi contesti diversi. Ciò è dovuto alla loro estrema duttilità e capacità di adattarsi ai diversi ambienti. In particolare, le pareti in vetro rappresentano una soluzione intelligente per arredare appartamenti e uffici, ma renderanno eleganti e raffinati anche spazi più grandi.

Grazie ad alcuni accorgimenti, pannelli in vetro mobili oppure fissi saranno in grado di separare i vari ambienti occupando poco spazio e senza togliere luce all'ambiente, come invece accadrebbe con dei divisori ciechi o delle strutture in muratura o cartongesso. Rispetto a queste ultime, inoltre, le pareti in vetro occuperanno una superficie minore anche se dovessero essere realizzate tramite l’accostamento di due pannelli temprati al fine di garantire un maggiore isolamento acustico e termico nonché un’elevata resistenza agli urti.

Un impiego utile ed efficace delle pareti a vetro può essere quello di installarle all'interno della propria abitazione per creare un piccolo spazio dedicato all'ufficio o alla zona studio. Questa idea è particolarmente utile soprattutto per chi lavora da casa e ha necessità di concentrarsi in un ambiente separato dal resto dell’appartamento senza, tuttavia, togliere luce e ariosità allo stesso.

Designer e architetti propongono a questo proposito moltissime soluzioni che spaziano in base alle esigenze del cliente, alle disponibilità economiche e al luogo in cui andare a creare l’ufficio. Ad esempio, è possibile creare un piccolo ufficio partendo da una zona altrimenti non sfruttata come un ingresso o una nicchia. All'interno della porzione che eleggerete a postazione di lavoro basterà inserire una scrivania, una sedia e una scaffalatura. Il tutto verrà isolato da due pannelli scorrevoli in vetro completamente trasparente o satinato.

Questi avranno la doppia funzione di isolare l’ambiente così creato ed impediranno ad occhi indiscreti di sbirciare il piccolo ufficio che avrete allestito. Una soluzione del genere si rivelerà non solo funzionale, ma anche economica: numerose catene di negozio di arredamento propongono da diverso tempo pareti mobili in vetro da utilizzare per separare ambienti o spazi ibridi.

Pareti divisorie in vetro per uffici

Uno degli utilizzi classici delle pareti in vetro è quello di fungere da divisori per ambienti come uffici, magazzini o simili. Il motivo per cui viene scelta tale soluzione è presto detto: i pannelli realizzati in questo materiale sono estremamente facili da installare, possono modificarsi con facilità nel corso del tempo e piegarsi con una duttilità sorprendente alle varie esigenze che possono sopraggiungere all'interno di un ufficio.

Ciò è possibile perché il telaio con cui sono realizzate le pareti in vetro, anche quando queste arrivano fino al soffitto, è composto da una serie di moduli che è sempre possibile trasformare o ampliare. Ad esempio, un ufficio con pareti in vetro potrebbe essere inizialmente composto solamente da due pannelli ad angolo. Successivamente, nell'ambiente creato potrebbe manifestarsi la necessità di effettuare un ingrandimento che prevederà l’installazione con un ulteriore modulo.

Alla stessa maniera, il vetro trasparente potrebbe essere sostituito parzialmente o interamente con delle versioni colorate, opache o satinate o con pannelli mobili organizzati, dotati di scomparti ed elementi utili per archiviare e riporre la documentazione. Ma perché vengono scelti elementi d’arredo di questo tipo per ambienti come gli uffici? Le pareti in vetro sono fonoassorbenti. A seconda del tipo di lavorazione della superficie, inoltre, potranno evidenziare o nascondere solo parzialmente l’ambiente dando l’impressione al lavoratore di poter vedere il resto dei suoi colleghi e, di rimando, di essere visto.

Questo contribuisce a sviluppare la consapevolezza di far parte di una squadra, di un tutto. Un altro aspetto importante è l’indubbio effetto estetico di un ufficio con pareti in vetro, che trasmetterà al visitatore l’idea di uno spazio funzionale, efficiente, elegante e di grande impatto. Sembrerebbe, considerando tutti questi aspetti, che tale soluzione d’arredamento non abbia alcun tipo di controindicazione. In effetti è molto più semplice elencare i pro dei pannelli in cristallo che i contro.

Da un punto di vista meramente utilitaristico, ad esempio, vi è un notevole risparmio in termini di spazio impiegato. Le pareti sono più sottili rispetto alle analoghe strutture in muratura o cartongesso anche se realizzate in vetro doppio. I centimetri risparmiati per delimitare un ambiente potranno essere impiegati per rendere lo spazio all'interno dell’ufficio più grande e, di conseguenza, vivibile.

In tal caso si potrà optare per un arredamento caratterizzato da una classica scrivania affiancata a scaffali, cassettiere o librerie o scegliere pareti organizzate mobili, estremamente funzionali e adattabili a qualsiasi ambiente. L’utilizzo di pannelli fissi o mobili in vetro consente anche di poter risparmiare una quantità notevole di denaro dal punto di vista prettamente energetico: le pareti trasparenti permettono una maggiore diffusione della luce diretta o artificiale. Allo stesso modo, il sole scalderà le superfici che eviteranno la dispersione del calore e non renderanno necessario accendere più del dovuto i riscaldamenti nei mesi invernali.

Del resto, a conferma di ciò, basta ricordare le detrazioni energetiche di cui è possibile usufruire in caso si scelga di ristrutturare casa e rifare gli infissi: le finestre e le portefinestre di ultima generazione, realizzate seguendo lo stesso principio delle pareti in vetro, garantiscono lo sgravio fiscale proprio in virtù delle loro proprietà isolanti. Per quanto concerne la manutenzione ordinaria e straordinaria, soprattutto in ufficio le superfici in cristallo si rivelano una soluzione vincente.

Necessitano solamente di essere pulite da ombreggiature e macchie, al contrario delle strutture in muratura o cartongesso: queste ultime, difatti, abbisogneranno di un tinteggiature periodiche da svolgersi almeno ogni dieci anni. Tale considerazione dovrebbe rassicurare quanti siano indecisi se realizzare pareti in vetro o meno perché allettati dai vantaggi ma spaventati dai costi di una simile scelta. A tal proposito bisogna ricordare che realizzare strutture fisse in muratura prevede a monte l’assolvimento di una serie di obblighi e comunicazioni da presentare presso gli organi competenti.

Ci si riferisce, nello specifico, al progetto del lavoro da svolgere, la DIA, che dovrà essere comunicati agli uffici del Comune di appartenenza da un professionista abilitato e, contestualmente, protocollata e approvata.

Ciò considerato, le pareti in vetro non risultano essere elementi d’arredo così dispendiosi. Inizialmente possono avere un costo elevato che, tuttavia, verrà facilmente ammortizzato nel giro di pochi anni. Il loro effetto estetico mescolato alla funzionalità estrema rappresentata dalla possibilità di alternare i vari moduli in vetro a seconda delle esigenze, ne rende l’installazione pressoché irrinunciabile.

Anche l’idea di affiancare pannelli in cristallo lavorati secondo tecniche differenti, in una alternanza sofisticata di vetro trasparente e satinato, fumé o opaco abbellirà l’ambiente e conferirà un notevole prestigio allo stesso, senza dover ricorrere a pezzi d’arredamento come quadri, mobili, poltrone o altri oggetti di design belli e particolari, ma dispendiosi.

Privilegiare un simile minimalismo, soprattutto in un ambiente come l’ufficio dove la fanno da padrone la sobrietà ed efficienza, può rappresentare un ottimo biglietto da visita per fornitori, clienti e dipendenti.Anche dal punto di vista del montaggio e dell’installazione le pareti in vetro mostrano tutta la loro praticità e comodità.

Il lavoro viene svolto in breve tempo, così come le eventuali modifiche volte ad ampliare o ridurre lo spazio da circoscrivere all'interno delle stesse. Chi lo desidererà, potrà anche scegliere di abbellire i pannelli tramite l’uso di porte, maniglie o altri elementi, a seconda del gusto e delle esigenze. Eleganza, rigore, pulizia, ordine e sobrietà: queste sono le emozioni che suscitano quando i nostri occhi si posano su ambienti così curati ed efficienti.

Ultima considerazione, ma non meno importante, è quella che lega le superfici in vetro ad aspetti legati al controllo dell’altrui lavoro. Non è un caso che, ad essere realizzate in tutto o in parte con pannelli di questo tipo siano spesso sale riunioni o uffici di rappresentanza. L’uso di tendine o soluzioni analoghe isolerà visivamente gli spazi qualora si decida di voler godere di una ulteriore privacy.

Scopri come soddisfare l'azienda con l'arredo ufficio

Pareti divisorie in vetro per appartamenti

Diciamolo: l’idea di decorare l’ufficio la vostra casa con delle pareti scintillanti in vetro, vi aggrada. Di più, trovate l’idea sontuosa, affascinante, luminosa. Separare uno spazio tramite elementi arredativi come divisori in vetro può sembrare una soluzione adatta solamente agli spazi lavorativi o alle sale riunioni di rappresentanza, ma non è sempre così. Spesse volte abbelliscono e arredano anche appartamenti privati, pur con delle accortezze.

I vantaggi immediati sono la possibilità, come già spiegato, di usufruire di spazi separati dagli altri pur mantenendo intatti aspetti come l’isolamento acustico e la privacy. Soprattutto se lo spazio di cui disponete è limitato e non volete rendere più cupo l’ambiente con strutture in cartongesso o in materiali che toglierebbero aria, spazio e luce, l’idea di optare per delle pareti divisorie che separino parzialmente o in maniera simbolica i vari ambienti di case, loft o uffici vetro si configurerà come una soluzione davvero brillante.

Ma vediamo perché. Le pareti divisorie rispondono all'esigenza di dividere gli spazi interni di una casa. Le versioni realizzate in cristallo, siano esse satinate oppure colorate, fumé o assolutamente trasparenti, rappresentano di per se stesse elementi arredativi. Alla primaria funzione di separare gli ambienti si collega, quindi, quella di abbellire la casa senza appesantirla con mobili e altre strutture. L’idea è quella di circoscrivere senza farlo realmente, separare ma solo in maniera teorica.

Se siete ancora in dubbio, vediamo dove potremo andare ad installare le nostre pareti in vetro. Dividere la zona del bagno e dell’antibagno con una parete che non arrivi al soffitto, grazie ad un pannello satinato opaco che lasci solo intravedere le sagome o sia dipinto e abbellito con colori in tinta con piastrelle e altri elementi, è una prima soluzione del modo in cui è possibile sfruttare una parete in vetro.

Un’altra trovata di grande gusto ed eleganza, è quella di realizzare due pannelli scorrevoli in camera da letto per dividere la zona adibita a cabina armadio, che provvederemo ad accessoriare opportunamente con scaffalature, appendiabiti e altri accessori. Anche qui la scelta di un vetro fumé o solo leggermente trasparente consentirà un effetto moderno e minimale ma particolarmente funzionale e d’impatto.

Potrete lasciare che la cabina, ordinata con abiti e accessori, sia a vista o, viceversa, occultare l’interno scegliendo superfici opache, colorate o satinate. Spesse volte le pareti in vetro vengono utilizzate per dividere la zona living, rappresentata da studio, soggiorno o cucina, da quella notte. In questo caso, più che di elementi fissi parleremo di pannelli mobili che possono fungere anche da parete. Sono ideali soprattutto per delimitare gli spazi in caso di visite e separare le parti della casa più private da quelle adibite al ricevimento. Seguendo lo stesso principio, una zona studio, sia essa posta in un angolo del soggiorno o in camera da letto, può essere occultata alla vista tramite l’apertura o la chiusura di porte in vetro a tutta altezza. Anche ambienti come i loft beneficeranno di una soluzione d’arredamento simile.

Pannelli di questo tipo riusciranno a non snaturare l’ambiente ponendo una separazione delicata ma, spesso, necessaria. Alla stessa maniera, case piccole divise con questo sistema appariranno, all'occhio del visitatore, più grandi e luminose. Ampie portefinestre che collegano spazi interni a patii, terrazzi o giardini, avranno il medesimo effetto. Se vi preoccupa che l’utilizzo di un materiale come il vetro possa essere sinonimo di fragilità, nessun timore.

Per quanto concerne aspetti come la robustezza e la capacità di isolamento dai rumori esterni, bisogna tenere presente che le ditte specializzate in questa tipologia di prodotti realizzano le stesse utilizzando un vetro normale o doppio che subisce una lunga lavorazione per essere opportunamente temprato. Entrambe le versioni attutiscono notevolmente i suoni e mantengono intatte le loro caratteristiche principali; a seconda delle esigenze e del costo, sarà possibile scegliere la tipologia più confacente al proprio gusto e all'arredamento complessivo della casa.

Ciò vale non solamente per lo spessore della superficie e il grado di trasparenza della stessa o la decorazione eventuale che sceglierete. Anche il telaio dovrà essere selezionato in base a criteri di compatibilità con lo spazio circostante. Un ambiente domestico, ad esempio, acquisirà calore con una struttura realizzata in legno su cui verrà installato il pannello in vetro.

La scelta di vetrate colorate costituirà essa stessa un motivo d’arredo. A tal proposito, un’occhiata alle riviste del settore specializzate nell'arredo e nel design vi illuminerà sulle splendide soluzioni possibili. Se a spaventarvi è l’idea che una trovata simile possa non essere idonea all'ambiente di cui disponete, nessun problema: la duttilità delle pareti in vetro è estrema e, con pochi accorgimenti, le stesse sapranno fondersi con sapienza sia in case arredate secondo un gusto retrò o classico, sia in appartamenti dove predominano influenze boho chic o shabby o all'interno di spazi arredati secondo un gusto minimale, moderno ed essenziale.

Separare gli ambienti con pareti divisorie in vetro: consigli e tipologie

Pareti in vetro mobili o montate su pannelli fissi? Lisce e completamente trasparenti o decorate? La scelta non è facile e, di nuovo, dipenderà dalla considerazione di una serie di fattori diversi, tutti ugualmente importanti. Il consiglio principale, a tal proposito, è anche legato ad aspetti assolutamente pratici come la manutenzione e l’effetto complessivo che si vuole ottenere. Una superficie assolutamente trasparente sarà più soggetta a sporcarsi. Macchie e ditate salteranno immediatamente all'occhio.

Per questa ragione è consigliabile optare per vetri satinati, opachi o decorati per gli ambienti domestici. La superficie trasparente è realizzata con un materiale temperato opportunamente attraverso un procedimento volto a garantirne stabilità e resistenza e, come già detto, spesso è addirittura doppio per venire incontro alle esigenze del cliente finale. Ciò garantisce un isolamento non solamente acustico, ma anche termico, evitando fastidiose dispersioni di calore. Se pensate che realizzare una parete in vetro sia dispendioso, provate a ripensare lo spazio da adibire a tale decorazione.

Una piccola parete, un divisorio che delimiti il soggiorno dall'angolo cottura, l’anta di una cabina armadio: piccoli spazi che sarà facile decorare e abbellire grazie al sapiente accostamento di una parete capace di dare luminosità all'ambiente senza, per questo, privare lo spazio circostante della luce necessaria. Isolamento e luce assieme si uniranno creando uno splendido effetto che sarà nel suo complesso suggestivo ed elegante.

L’idea di separare gli ambienti domestici grazie alluso coerente di soluzioni alternative basate sul riutilizzo o il diverso accostamento ad elementi classici può rivelare sorprese interessanti ed inaspettate. Pur senza realizzare strutture che implichino un dispendio economico notevole, l’installazione anche solamente di una porta a vetro si rivelerà una soluzione vincente per abbellire il proprio spazio domestico e personalizzarlo con efficacia.

Parimenti, in un ufficio non sarà necessario realizzare grandissime vetrate di rappresentanza. La parete potrà essere un semplice elemento divisorio capace di dividere due postazioni all'interno della stessa stanza.

Scopri come soddisfare l'azienda con l'arredo ufficio

ARTICOLI RECENTI

Recent Posts

Recent Posts